Comunicato Stampa. Perdeteci un po’ di tempo a leggerlo. Se non lo fate per voi, fatelo per i vostri figli.

9cd54fe860f00fa085d5243263c99d05

Facendo un rapido sondaggio tra le persone, abbiamo appurato che la gente non ha capito il nostro Comunicato Stampa.

A prima vista tutti hanno posto l’attenzione sul fatto ovvero sulla sentenza emessa da un giudice in sfavore di una persona.

A onor del vero, se così fosse, non ci sarebbe stato bisogno di “urlare” alla “sentenza politica” perchè le cose si fermavano al privato che avrebbe commesso un reato. Costituzione vuole, poi, che, a garanzia di tutte le parti, ci siano tre gradi di giudizio.

Ma qui c’è qualcosa che non quadra. Non va. Qualcosa di molto grave, a nostro avviso. Perchè?

Vediamo come mai l’avvocato ha ritenuto di dover scrivere un comunicato così “forte”.

Citiamo le frasi dell’avvocato Miraglia:”

«È UNA SENTENZA POLITICA»

IVREA.«È una condanna politica, emessa soltanto in difesa di una casta, quella dei medici e dei dentisti».”

La motivazione è contenuta nelle frasi successive:”

Formìa, comunque, mai si è definito medico né ha preteso di curare le persone, ma solo di alleviare un loro sintomo, riequilibrandone la postura: continua a definirsi, infatti, musicista, professione che ha svolto per quasi tutta la vita, e non si è mai sognato di promuovere attività ritenute mediche.”

La società civile non sa, ma la cosa gravissima è che nemmeno il consiglio dell’Ordine dei medici sa o forse fa finta di non sapere o, peggio ancora di sapere ma di tacere, che in medicina e particolarmente in odontoiatria, non è scientificamente riconosciuta la correlazione occlusione-postura (occlusione intesa come denti).

La correlazione occlusione-POSTURA quindi il nesso causale che lega i denti alla postura, non è dimostrata in medicina.

Un esempio tra i tanti, recentissimo (2017), oltre le linee guida dello stesso Ministero della Salute di febbraio 2011; clicca sulle immagini per ingrandire:

lin2

Un esempio tra i tanti di chi vede cure posturali spacciandole per cure mediche:

GIZZZ9

Sono anni che Formia denuncia medici e dentisti chiedendo cure OCCLUSO-POSTURALI. Non le ha mai ricevute.

Con lui, migliaia di persone in tutta Italia. In tutto il mondo.

Ma se la correlazione occlusione-postura non è scientificamente dimostrata in medicina e poi arriva un NON medico, un musicista, e scopre il MECCANISMO BIOMECCANICO/FISICO (fisico quindi non medico) che fornisce LA risposta e la motivazione per la quale parlare di correlazione OCCLUSIONE-POSTURA significa solo ingannare il cittadino perchè di fatto, quando si parla di POSTURA, si parla di POSIZIONE DEL CORPO NELLO SPAZIO,

siccome mandibola cranio e denti fanno parte del corpo umano, non ne sono fuori, non sono “optional”, è palese che TUTTO il corpo è coinvolto in un problema POSTURALE.

Il problema POSTURALE poi, differentemente da quanto vi stanno facendo credere in medicina, NON E’ UNA MALATTIA.

La POSTURA non si cura. Come farebbe un medico a curare la postura?

Dire ad una persona come mettersi dritta, l’avete sentito fin dal tempo dell’asilo quando la maestra vi diceva:” stai dritto/a”.

Nessuna maestra è mai stata denunciata per esercizio abusivo della professione medica.

Il problema è che oggi, in barba alle leggi dello STATO ITALIANO che non esistono in tema di POSTURA e di fatto il suo trattamento non è regolato in nessuna disciplina conosciuta,

molti medici, con il tacito consenso (è’ un dato di fatto, dopo quanto hanno affermato ANDI e Ordine dei Medici di Torino nelle aule di Tribunale) di ANDI e Ordine dei Medici di Torino,

stanno vendendo CURE posturali di fatto non scientificamente riconosciute e dimostrate, spacciandole per attività medica.

Avete compreso la gravità della questione?

Non è tanto se Formia o se tizio o caio hanno messo un dito in bocca o nel sedere di persone consenzienti e consapevoli che Formia o tizio o caio non fossero medici e che la loro attività non fosse medicina,

ma è grave il fatto che l’associazione di categoria ANDI e l’Ordine dei Medici, a spada tratta, di fatto, abbiano sostenuto il falso nelle aule dei tribunali, spacciando il trattamento della postura come attività che fa il medico e il dentista nella sua normale attività.

Lo stesso Ministero della Salute afferma il contrario riguardo i disordini posturali.

Non parliamo poi delle Disfunzioni Temporo Mandibolari, dei Disordini Cranio Mandibolari e dei TMJ che non sono disordini posturali ma allo stesso modo, se per disgrazia ne soffriste o ne soffrissero i vostri figli e ve li diagnosticassero, sarebbe poi impossibile ricevere cure. Se le riceveste e se vi facessero pasticci, non avreste poi riconosciuto nulla nei Tribunali perchè di fatto è tutto in un limbo di “ricerca”, sperimentazione.

Dovreste denunciarli perchè hanno fatto sperimentazione su di voi a vostra insaputa.

Nessun medico legale troverebbe bibliografia per correlare il vostro presunto DANNO occlusale-cervico-mandibolare all’attività del medico dentista.

Di fatto, la gnatologia, è definita “branca dell’odontoiatria che STUDIA….”

CHE STUDIA non significa che CURA.

Chi lo fa, fa esperimenti e voi e i vostri figli siete le ignare cavie di questi “esperimenti”.

Eppure, per fermare Formia, in questo procedimento ESISTE TUTTO.

Ecco il paradosso!

Formia in passato ha scritto pubblicazioni per denunciare questo “malaffare” nella sanità pubblica e privata.

Da qui il senso delle parole che l’avvocato Miraglia ha successivamente scritto:”

Fermo restando che la posturologia non è una branca della
medicina e non sono i medici ad occuparsene.”

La frase successiva è molto dura perchè sostanzialmente ci dice tante cose:

il procedimento è nato a seguito di una denuncia dall’ANDI e di alcuni medici “gnatologi”, quelli che “studiano” e vi curano ingannandovi (per questo li citeremo a giudizio per spiegarci come le fatturano queste “cure posturali”) che hanno sostenuto che Formia facesse il dentista abusivo.

Nello studio in cui lavorava Formia, dopo un incidente probatorio e indagini durate due anni,

non è emerso nulla.

Nello studio non c’erano dispositivi medici, non c’erano farmaci, non c’era nulla che non potesse esserci anche in qualsiasi bottega di modellismo o di sartoria o in un laboratorio di scenografia per allestimento scene, trucco e parrucco.

Il fatto che pagasse persone con manualità, fatturando tutto con IVA al 22% come per una qualsiasi attività NON MEDICA, aveva fatto decidere la procura di Ivrea, nella fattispecie il PM dottor. Crupi, già presidente dell’ANM Piemonte, per l’archiviazione.

A sostegno di quanto scritto, circa 250 persone avevano scritto in Procura sostenendo che questa attività non l’avevano MAI trovata in nessuno studio medico-odontoiatrico in Italia (e nel mondo, aveva clienti in tutto il mondo) e che tutti erano consapevoli che l’attività di Formia non fosse medica ma anzi, la gran parte, arrivavano da studi medici e odontoiatrici che si improvvisavano “posturologi/posturai” e che li avevano solo prosciugati di soldi e fatto perdere tempo e conseguentemente salute.

Come dimostrarlo?

Con una denuncia alla Presidenza della Repubblica.

Con Interrogazioni Parlamentari.

Con denunce alla Procura.

Tutto fatto! Fatto anche da centinaia di persone CONSAPEVOLI.

Cosa hanno fatto ANDI e Ordine dei Medici?

Hanno strumentalizzato anonimi e persone superficiali che, confuse dal fatto che anche il dentista mettesse “bite per la postura”, che l’attività di Formia fosse medicina.

Vi rendete conto, vero, della gravità della questione?

Potreste avere vostro figlio o vostra figlia in questa condizione ed essere ingannati come noi del Comitato OG, come tutti i cittadini italiani che, giustamente, si fidano del medico e di cosa dice il medico o il dentista o l’ANDI o l’Ordine dei Medici di Torino.

Formia ha chiesto per 17 anni CURE MEDICHE per la postura.

Ha decine e decine di documenti che lo dimostrano. Anche sentenze dei Tribunali.

In una sentenza il giudice ha avuto il coraggio di scrivere che non era nemmeno sicuro che il medico che Formia citava in giudizio, fosse anche un dentista.

Peccato che questi fosse stato un pezzo grosso dell’ANDI del Piemonte.

Vi rendete conto della gravità della questione adesso?

Lo speriamo per voi.

Per questa ragione l’avvocato Miraglia scrive:”

«Il Consiglio superiore della magistratura dovrebbe attenzionare il giudice che ha emanato questa sentenza» prosegue il legale, «che ha falsato il processo con dei vizi di forma inammissibili.

Innanzitutto ha voluto processare il mio assistito, benché la Procura di Ivrea avesse avanzato per ben due volte la richiesta di archiviazione, accolta anche dalla Procura generale di Torino.”

Una avocatura di un fascicolo su pressione di ANDI e Ordine dei Medici viene più facile farla rispetto alla denuncia di centinaia di cittadini che denunciano medici e dentisti di svolgere attività illecita evadendo anche le imposte?

Fascicolo avocato alla Procura Generale che ha avvallato l’operato del PM dottor Crupi.

Abbiamo assistito in udienza a PM che sostenevano, prima del GIP, l’imputazione coatta.

Non vi pare strano?

A noi moltissimo.

Di fatto, poi, il GIP, lo stesso GIP a cui Formia aveva denunciato il perito, il CTU dottor Gavotti, in questo paese è ora di prendersi le responsabilità delle cose che si fanno senza sempre essere “coperti” da lobby e da caste, il dottor Gavotti di Torino, esperto in DCM che nel 2007 voleva inserire in un suo libro la scoperta di Formia il quale si negò e lo stesso Gavotti gli negò una perizia dove doveva scrivere che esisteva la DCCM perchè impossibile da dimostrare, ebbene, questo dentista, dopo 7 anni scrive una perizia da CTU in sfavore di Formia COPIANDOLA PARI PARI dalla pagina di un sito internet appartenente al dottor Gizdulich che era tra gli gnatologi che “curano la postura”e che compariva tra i denuncianti di Formia.

Niente male per un musicista di provincia, vero?

Ma perchè il dottor Gavotti copia pari pari una perizia da un articolo sul web?

Noi diciamo la nostra, in aiuto alle Istituzioni “distratte”:

siccome non esiste una definizione, IN MEDICINA, di DISORDINE POSTURALE e la POSTURA non è disciplina della medicina, come poteva, il dottor Gavotti prendere una definizione di “DISORDINE POSTURALE” dalle definizioni ufficiali Ministeriali se di fatto non esistono e, anzi, il Ministero della Salute sostiene l’esatto contrario?

Banalmente, per fare una prova semplice, cliccate sul dizionario della salute la parola “pancreatite” e vi uscirà la sua definizione: (cliccate sulle immagini per ingrandirle)

pancreat

La pancreatite è una malattia riconosciuta.

Se cliccate “Disordine Posturale”, non esce nessuna definizione:

disordi diz salute

Il Disordine Posturale non esiste.

Non esiste nemmeno la DCCM:

dsordin salut

Come poteva il dottore scrivere una perizia sulle carote se lui aveva studiato le patate?

E allora cosa fa? Copia la definizione del suo collega che si trovava tra i denuncianti di Formia così erano già in due a dare una definizione di qualcosa di non definito.

Il problema è che ha copiato pari pari, errori e refusi compresi.

Non è scandaloso, su una perizia CTU di un procedimento penale?

Noi pensiamo che sia gravissimo!

Quindi, il fatto di aver copiato la perizia su internet non è tanto un atto di leggerezza o di superficialità ma c’è un qualcosa di premeditato e di pensato perchè doveva far esistere NELLA MEDICINA qualcosa di inesistente!

E dire che l’Ordine dei Medici che era stato messo in moto facendo addirittura una riunione in “onore” a Formia, un pomeriggio di novembre con il solo scopo di sentirsi “danneggiato” perchè Formia avrebbe fatto “concorrenza sleale” e perchè Formia ha avuto “risonanza internazionale”. (Quando l’interesse economico viene prima dell’interesse verso la salute dei cittadini)

Ma pensa un po’: un musicista che vende un trattamento per la postura che ha risonanza internazionale,

o è un genio a vendersi,

oppure ha qualcosa di realmente FUNZIONANTE tra le mani.

No, tra i denti!

E’ questo l’oggetto del contendere perchè, di fatto, è emerso, come è emerso in sfavore a Formia per anni, che quell’oggetto posto tra i denti, il bite, le placche, i masticoni, i paradenti e chi più ne ha più ne metta,

NON SONO DISPOSITIVI MEDICI.

Ma come?

Per anni avete sostenuto che un oggetto posto tra i denti non avesse nessun effetto se non quello di avere valore solo per l’effetto placebo (confermato, anche dal CTU).

In sfavore a Formia e per convenienza del medico dentista, i bite diventano dispositivi medici.

Il primo pensiero di Formia è stato questo:” Ma se sono dispositivi medici allora mi riconoscete tutti i danni che non mi avete riconosciuto nelle precedenti denunce e cause civili!”.

E no, il bite è dispositivo medico solo per condannare Formia, non ci allarghiamo.

La mettiamo sull’ironico perchè è davvero gravissima la questione.

Avete un figlio che va dal dentista e gli dice di mettersi un bite per:

mal di testa

cervicale

ansia

vertigine

mal di schiena

dolori alle gambe e agli arti

ipertensione

nevralgia del trigemino

e tanti altri….

(così si vendono sul web questi “dentosofi”, i filosofi dei denti….no comment! quando la medicina diventa filosofia),

se il sintomo non passa non avranno altre soluzioni che mandarli dallo psicologo o dallo psichiatra perchè, se il medico non conosce la causa, difficilmente vi dirà che è incompetente ma vi dirà che avete un figlio che si inventa i sintomi e somatizza o addirittura sarà ipocondriaco.

Infatti, l’avvocato Miraglia scrive:”

Nella richiesta di archiviazione depositata a gennaio del 2015, il sostituto procuratore Ruggero Mauro Crupi sosteneva che non vi fossero elementi sufficienti a sostenere l’accusa, anche perché la perizia presentata a sostegno dell’imputazione era lacunosa e copiata pari pari da siti internet, senza entrare nel merito della vicenda. Come invece aveva ben fatto il Consulente tecnico di parte, il quale aveva dimostrato come la Disfunzione cranio cervico mandibolare sia un mero disturbo, sintomo di una patologia di cui ad oggi non si conosce il decorso eziologico. Analogamente nessuno ascriverebbe a una madre l’esercizio abusivo della professione medica ove preparasse per il figlioletto una borsa dell’acqua calda con lo scopo di alleviargli il mal di pancia. Infine, oltre alla placca orale ideata da Maurizio Formìa, esistono nel libero commercio anche dei plantari realizzati appositamente per alleviare i medesimi disturbi legati alla Disfunzione cranio cervico mandibolare.”

Concludiamo dicendo che,

a fronte di centinaia di cittadini che hanno scritto in procura a favore di Formia e in sfavore, giustamente, di ANDI e casta,

a fronte di un centinaio di denunce che i cittadini avevano depositato in Procure di tutto il paese,

a fronte dei documenti che dimostrano che l’attività del trattamento della postura non solo non è medicina ma il Ministero ha dovuto addirittura precisarlo (di solito si precisa proprio per puntualizzare, perchè evidentemente il Ministero era a conoscenza di medici dentisti furbetti che di fatto facevano tutt’altro ingannando di fatto i cittadini),

a fronte di un’attività, quella di Formia, in regola in tutto e per tutto,

negando di fatto il diritto alla difesa del cittadino, l’avvocato Miraglia scrive del giudice:”

«Il magistrato, oltre a non aver tenuto in considerazione nessuno di questi aspetti, non ha
nemmeno accettato di ammettere dei testimoni in difesa di Maurizio Formìa»

conclude l’avvocato Miraglia,

“«né ha preso in considerazione la corposa documentazione
presentata, da cui si evinceva che la medesima attività di posturologo viene espletata da decine di persone in tutta Italia. “

Ora vi è più chiaro perchè Formia non ha accettato un patteggiamento ed è, insieme a centinaia, migliaia di cittadini, ben fermo e deciso nel voler andare fino in fondo?

L’avvocato Miraglia conclude dicendo:”

In ogni modo stiamo parlando di una sentenza di 1 grado a cui sarà presentato appello con la ferma convinzione che tale decisione sarà ribaltata>>”

La prova provata che Formia ha realmente scoperto il meccanismo che regola la postura umana su questa Terra, sono i tentativi di imitazione, oltre a decine di comuni cittadini come lui che gli hanno fregato immagini, pubblicazioni, idee e testimonianze (ma che non ci capiscono nulla, non li citiamo nemmeno, gli faremmo pubblicità, pubblicità ingannevole per voi),

citiamo invece i medici e gli operatori sanitari di tutto il mondo perchè comportandosi così dimostrano:

  1. di non essere seri (se copiano da un musicista e spacciano per tesi mediche)
  2. se le vendono come tesi mediche evadendo iva
  3. se le vendono come cure mediche
  4. dimostrano a voi e alle Istituzioni, che ANDI e Ordine dei Medici hanno tutta la volontà di mettere fuori gioco chi questa invenzione la conosce, spacciandola come medicina senza riconoscerne la paternità a un musicista, quindi, una persona che non è medico.
  5. c’è la volontà POLITICA di, a fronte della soluzione al problema, soluzione scoperta e inventata da Formia, di portare la POSTURA e il suo trattamento, nell’orticello della medicina.

NON CAPENDOCI peraltro nulla.

Questo è gravissimo.

Di seguito alcuni articoli a dimostrazione di quanto pocanzi scritto:

Medici e Operatori Sanitari spacciano per medicina l’invenzione di un musicista

Prima di tentare di imitarci, quando eravamo operativi, dentisti &c. come si comportavano con noi?

Un topic su Facebook di Maurizio Formia che serve a riportarci tutti sul pianeta Terra

Le nostre denunce hanno un senso. La conferma dello “gnatologo”:

La POSTURA non si cura. Si CORREGGE.

La lentezza delle istituzioni e gli interrogativi inevasi dei cittadini – News dal Comitato OG-ORG del 25 giugno 2017

https://www.comitato-og.org/blog/index.php/2016/05/05/lettera-al-presidente-della-repubblica-italiana/ 

https://www.comitato-og.org/blog/index.php/2016/05/05/dentisti-o-filosofi-scienza-o-magia-2/

https://www.comitato-og.org/blog/index.php/2016/05/06/biomeccanismo-og-in-parlamento/

https://www.comitato-og.org/blog/index.php/2016/05/06/i-quaderni-del-ministero-della-salute-ci-dicono-che/

e ancora:

L’articolo uscito sul giornale del Gruppo L’Espresso (privato di molte parti che l’avvocato Miraglia aveva invece scritto) gruppo che peraltro ha pubblicato e pubblica il libro di Formia da quasi 10 anni vendendo circa DIECIMILA copie, in tutto il mondo, anche a medici e a dentisti che per tutta risposta l’hanno denunciato per tenerlo fermo e rubarsi, o meglio, tentare di rubargli la sua invenzione.

Non ci arriveranno mai. Ne fate le spese, in tutti i sensi, voi cittadini, ignari di tutto.

Oggi siete informati.

Articolo apparso sul quotidiano La Sentinella del gruppo Repubblica del 1 novembre 2017

http://www.comitato-og.org/blog/index.php/2017/10/28/comuicato-stampae-una-sentenza-politica-avvocato-francesco-miraglia-27-ottobre-2017/ 

2017 Staff OG-Comitato OG-ORG

 

 

6 pensieri riguardo “Comunicato Stampa. Perdeteci un po’ di tempo a leggerlo. Se non lo fate per voi, fatelo per i vostri figli.”

  1. Buongiorno, vi seguo sempre e con attenzione. Per quanto sia ignorante in materia di legge, so che infatti il CSM (Consiglio superiore della magistratura) può disporre sanzioni e provvedimenti disciplinari verso un giudice il cui comportamento e/o decisioni paiono non proprio ‘trasparenti’. O persino un controsenso come in questo caso (cioè Maurizio non risarcito dei danni perchè il bite non è dispositivo medico o la postura non è di competenza medica, ma allo stesso tempo denunciato perchè lui stesso – non medico – è capace di riassestare – quindi non curare giustamente – la postura). Per quanto mi riguarda, io ho capito la questione. Solo non so come potervi sostenere materialmente: non essendo ancora stata aiutata dalla scoperta di Maurizio, non ho testimonianze purtroppo da portare (anche se lo vorrei). Fatevi e facciamoci forza per queste difficoltà. Chi l’ha dura la vince. Cordiali Saluti

    1. Grazie per il commento costruttivo che fa ulteriore chiarezza alla questione.
      Per il momento può sostenerci iscrivendosi al Comitato OG e condividendo e portando all’opinione pubblica questo “paradosso” che stiamo pagando tutti i cittadini nel nome di una sanità che, evidentemente, non mette il cittadino al centro della propria attenzione.

      Grazie di cuore.

      Staff OG

      1. Gentilissimo Staff OG,
        lietissima che le mie parole siano state di una qualche utilità per la causa. Sono già iscritta al comitato, e proprio stasera ho potuto farvi una donazione (le iniziali, per privacy sono S.V.). Chiedo scusa se la cifra è forse ‘ridicola’ agli occhi dei più.. ma io sono giovane, orfana di un genitore e per di più con una malattia oculare che non mi permette di lavorare o vivere una vita normale. Anche se so ormai che tale patologia è legata alla postura: il solo difetto che mi è stato possibile ‘misurare’, perchè per la ‘medicina’, proprio come in tanti casi citati da Maurizio, io sto bene perchè non ho nulla di misurabilmente patologico. Ma sto da cani da più di un anno!!! Con dolori cervicali, oculari, trigemino, e altro alle stelle! Concludo: vi ho donato il mio regalo di Natale (anche se manca ancora un mese): preferisco che questi soldini portino avanti una speranza e una giusta causa. L’unico regalo che io vorrei è guarire.. Ho già cominciato a diffondere la voce tra le mie conoscenze. Peccato che, per ignoranza loro, mi danno poco credito… La mia è tutta ‘ansia’ o stress.. Se i medici non hanno trovato nulla di serio! Tuttavia non demorderò e continuerò a diffondere la scoperta di Maurizio. Lui – e voi – siete la mia speranza di poter tornare a vivere (e non solo sopravvivere.. col morale a terra). Coraggio! PS_potete anche contattarmi via email se lo desideraste. Intanto un abbraccio

          1. Grazie di cuore a voi e a Maurizio! No, non permetteremo all’ingiustizia e alle lobby di vincere, spinte sempre dal dio denaro. Basta giocare così sulla disperazione della gente!

  2. Dimenticavo: sono stata anche alla conferenza di Torino 🙂 E’ stato un sacrificio (economico) ben speso e molto ‘liberatorio’! Ho riconosciuto talmente tanti dei miei sintomi.. presenti da anni e solo ‘presi in giro’ da medici e conoscenti vari. In più Maurizio è stato chiarissimo sulle basi della sua scoperta. Di più non si poteva dire! Poi il blog mi ha chiarito il perchè non foste operativi (visto il successo dei casi!).. Carissimi saluti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

WordPress spam blocked by CleanTalk.