L’osteopata spagnola risponde in privato. Non c’è nulla da nascondere, da parte nostra.

eva-osteopata140

In riferimento all’articolo recentemente pubblicato sull’osteopatia spagnola che copia mie immagini e invenzione non capendoci nulla, a fine articolo inseriamo il link all’articolo,

scrive a Maurizio Formia in privato una di queste osteopate, Eva Federici, a seguito della segnalazione della nostra pagina Facebook Biomeccanismo Posturale OG di cui alleghiamo lo screenshot:

eva osteopata14

osteopata spagna

Citiamo testualmente:”

Ciao Maurizio,
Tempo fa ho commentato e condiviso un articolo che trovai interessante in una piattaforma social e su facebook. Nella condivisione ho aggiunto un’immagine che ho trovato su google scrivendo “mandibola e postura” . L’ho trovata di buon impatto visivo quindi ne ho tagliata una parte e l’ho utilizzata ( tra l’altro non era indicato che fosse una immagine di un libro).
Mi dispiace aver creato questo problema, non volevo plagiare la tua immagine, non volevo appropriarmi di un tuo concetto.
Ho provveduto a cancellare l’immagine dal post, lo avrei fatto anche solo se mi avessi scritto in privato, senza scrivere tutte quelle cose sul fatto che ” non ci capisco niente” . Veramente, io ho agito in buona fede.

Capisco che te la sia presa, capisco che non ti piaccia vedere la tua immagine associata a concetti che non condividi, ma ti dico che se avessi voglia di vedere il lato positivo della cosa….la tua immagine è piaciuta molto e l’hanno usata in tutto il mondo 😉 “

Di seguito la risposta di Maurizio Formia:”

Buonasera Eva, vedo che sei italiana, in spagna ho tantissimi “seguaci” anche medici, mi conoscono bene. Non pretendo che tu mi conosca ma quella che ti è “piaciuta” non è un’immagine qualunque: è l’immagine che descrive una parte della mia invenzione. Un fenomeno sconosciuto in medicina. Pubblicandola tu e tanti tuoi colleghi, anche medici, in tutto il mondo, spacciate per “cosa medica” o paramedica, qualcosa che non conoscete. L’operazione di ritaglio delle parti che non ti piacevano significa molto. Vedi, se non fosse che ci ho rimesso quasi l’esistenza per pubblicare questa invenzione, se cercassi 5 minuti di gloria in questo pianeta, sarei ben felice di quanto mi hai scritto e del fatto che me la ritrovo scopiazzata un po’ in tutto il mondo. No, non sono affatto felice perchè in Italia questa immagine la utilizza la lobby che con una mano mi tiene fermo denunciandomi per esercizio abusivo della professione medica e dall’altra utilizza la mia invenzione, non capendoci nulla. Ecco perchè me la prendo anche con chi, come te, mi scrive che è in buona fede. Dovreste, una volta a conoscenza di questa vicenda, sostenere che i denti non c’entrano nulla con la postura. E’ la postura che modifica anche la postura del rapporto cranio mandibola. Il dentista dove ha imparato queste cose? Le copia da un musicista, da me. Pubblicando quella immagine (senza citare la fonte) e unendola a un articolo che riporta tutt’altra spiegazione, quella si, fuori da ogni logica, di fatto stai decontestualizzando la mia invenzione e crei confusione tra i tuoi “clienti/pazienti” così i tuoi clienti/pazienti credono che quella cosa sia medicina. No, non è medicina. Io vorrei che aveste il coraggio di scriverlo, di scrivere che il dentista che tratta la postura fa qualcosa di non scientificamente dimostrato in medicina e che questo tizio musicista forse ha trovato la risposta e, anche in sordina, cercare di capire cosa ho scoperto e inventato, senza inventarvi voi dei contesti che non c’entrano nulla con la postura. Ecco perchè scrivo, non conoscendoti, che non hai capito nulla. Stai decontestualizzando in modo erroneo e fuorviante agli occhi della gente (la tua immagine è pubblica) una invenzione che in Italia è ostacolata dal business della medicina. Le parafunzioni sono conseguenze di un disequilibrio posturale e non la causa. Avrei piacere che pubblicassi questo colloquio privato così la gente avrebbe la versione corretta. Così lo sappiamo tu ed io. Dimostrami che sei aperta alle novità come hai riportato in quell’articolo con la mia immagine ma non qui in privato.”

Di seguito l’articolo pubblicato recentemente:

L’osteopatia spagnola invece delle tesi scientifiche scopiazza un musicista. Se questa è serietà!

24 novembre 2017 Staff OG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

WordPress spam blocked by CleanTalk.