La POSTURA non è disciplina medica. Lo dice anche il dentista serio e intellettualmente onesto.

9cd54fe860f00fa085d5243263c99d05

Approfondimenti sulla Posturologia – 4
PODOLOGIA, POSTUROLOGIA 2 COMMENTS
Dove eravamo rimasti? Si! … sulle competenze dello specialista, … o su quelle del posturologo?

Beh!! La differenza non c’è se il posturologo è uno specialista che usa l’analisi posturale per “monitorare” gli effetti posturali della sua terapia, ma la differenza è molta se il posturologo è una persona “de-specializzata”, che ha unicamente il compito di parametrizzare i problemi posturali, magari non necessariamente con il compito di indagare quale distretto in disfunzione produce i maggiori effetti sulla postura.

In pratica si tratterebbe unicamente e semplicemente di mettersi d’accordo su di una questione di “fondo”. La posturologia, che per Gagej è solamente la “scienza dell’osservazione”, è:

Un sostantivo (quindi una professione)
Oppure è un aggettivo (quindi spiega in modo qualitativo l’attività di un’altra professione)
Mi sa proprio che questo quesito apre un dibattito molto acceso tra i professionisti delle varie branche mediche, ma non per questo “non s’ha da fare”.

Una volta mi è capitato di leggere il testo di un “consulente di www.dentisti-italia.it in cui qualcuno affermava perentorio che la posturologia può essere appannaggio UNICAMENTE di tre figure:

1) un medico – specialista in odontoiatria – e specialista in chirurgia maxillo-facciale;

2) oppure un ortopedico;

3) oppure un fisiatra.

… e questo è solo un esempio di quanto spesso accade (e guai se così non fosse) ovvero che un professionista ritenga veritiero e possibile solo quello che nella sua personale realtà operativa gli consente di assumere impegni terapeutici.

Ma se concordiamo con Gagej, Bricot, Villeneve e altri, che la posturologia è innanzitutto “la scienza dell’osservazione”, dobbiamo accettare pure che la posturologia non è una medicina, non è una terapia, non è diagnosi, … quindi potrebbe effettivamente essere una attività “non specialistica”, che potrebbe addirittura rientrare tra le attività classificate tra quelle “del benessere”.

Quindi, in questa accezione in linea con il pensiero di Gagej, potrebbe essere definito “posturologo” anche il genitore che semplicemente “osserva” il proprio figlio per stabilire quale area in disfunzione produce i maggiori effetti posturali, quindi di qui decidere a quale specialista rivolgersi per primo al fine di ottenere risultati maggiormente efficaci, ovviamente ai soli fini posturali (e non di “salute”).

Del resto, anche dal punto di vista semantico non si può dire che la posturologia sia una “professione”. Il posturologo invece, per “diventare” un professionista ha bisogno di vedersi definire gli ambiti di intervento, soprattutto i limiti, perfino i parametri da ricercare attraverso la sua attività volta soprattutto a documentare e al limite anche a definire gli strumenti da utilizzare per documentare le problematiche della postura.

Purtroppo, la posturologia è una scienza piuttosto giovane e molti degli strumenti che utilizza sono ancora in fase di sperimentazione (oltretutto i progressi scientifici sono all’ordine del giorno, direi per fortuna), quindi è anche logico che le convinzioni personali di molti operatori siano tanto disparate tra loro, e a volte manca del tutto anche la sia pur minima concordia tra i professionisti della stessa branca, tra quelli delle branche mediche differenti, e anche tra gli operatori che comunque svolgono la loro opera nel campo del benessere.

Ultimamente l’affascinante scienza della posturologia sta facendo dei passi da gigante e probabilmente a breve i risultati di tante ricerche saranno evidenti a tutti e soprattutto appannaggio anche del classico dirimpettaio che, pur occupandosi per professione di tutt’altro, potrà utilizzare le conoscenze in questo campo almeno ai fini della prevenzione.”

Non lo abbiamo scritto noi del Comitato OG. Lo scrivono medici del sito Ortomedical (noi abbiamo proprio l’abitudine di citare le fonti, a differenza di molti disonesti che non lo fanno) che, consapevoli di non capirci nulla di POSTURA, quantomeno sono intellettualmente onesti nel riconoscere le proprie competenze.

Ecco uno screenshot dell’articolo:

ortomedical

ortop

-clicca sulle immagini per ingrandire-


Comitato-OG-ORG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WordPress spam blocked by CleanTalk.