Spalle avanti o spalle indietro?


Quando parlo di cambio di paradigma non intendo un cambiamento ma intendo una evoluzione del modo di concepirne il funzionamento e la meccanica del corpo umano (va di moda chiamarla biomeccanica ma preferisco chiamarla meccanica in quanto è il termine più appropriato).

Ci sono errori madornali nei testi scientifici di anatomia ed esistono ormai dei dogmi sul funzionamento del corpo umano che diventano difficili da mettere in dubbio e confutare.

Due immagini a caso che descrivono un’idea comune (nelle discipline di cura e benessere) di posizione del corpo nello spazio, nella fattispecie descrivono un problema posturale:

(vorrei ricordarvi la differenza tra disordine, disturbo e disfunzione che troppo spesso vengono confusi tra loro, anche dal Ministero della Salute e dai medici

disordine: mancanza di ordine

disturbo: impedimento, intralcio

disfunzione: alterazione funzionale di un organo)

Questo modo di descrivere un DISORDINE POSTURALE è sbagliato.

Meccanicamente sbagliato.

Non si verifica quasi mai una situazione del genere perchè la comunità scientifica non sa che in una situazione di disequilibrio meccanico abituale come quello nella seconda immagine, non sono le spalle ad essere avanti e a perdere il baricentro.

Cosa sarà a perdere il baricentro?

La risposta corretta è contenuta nella scoperta del Meccanismo che Sostiene Corpo e Psiche.

Vi posso solo consigliare di stare fermi e di non dare consigli sbagliati ai vostri clienti e pazienti perchè in questi casi li danneggiate posturalmente e conseguentemente anche nel loro recupero del benessere e della salute.

Ci sono tanti fenomeni che i sedicenti maghi della postura, siano essi medici o non medici, oggi nel 2019, non conoscono e non comprendono, facendo veri e propri danni alle persone perchè non conoscono e non concepiscono gli effetti che questi hanno sulla salute dell’individuo.

Non lo dico certo io:

In poche righe salute.gov.org fa due errori madornali: si parla di DISTURBI POSTURALI  e dopo 2 righe questi DISTURBI diventano TALI DISFUNZIONI.

O sono disturbi o sono disfunzioni.

In questo marasma di termini buttati come il prezzemolo senza un senso logico chi ci rimette?

Il cittadino, il suo benessere e la sua salute.

Fate attenzione a quelli col titolo che parlano di postura. Avere il titolo non li autorizza a scrivere fesserie.

Maurizio Formia

I codici segreti di Leonardo: nell’Uomo Vitruviano è davanti ai vostri occhi e non l’avete mai visto.


Tra gli altri simboli, l’Uomo Vitruviano, dicono, rappresenta il simbolo della Simmetria e della Postura.

Dovrebbe anche rappresentare l’Armonia con la sequenza di Fibonacci.

Posto che l’Armonia, con la sequenza di Fibonacci, il corpo umano la rappresenta nella visione SAGITTALE (vista dall’alto e/o dal basso) del corpo umano e non in quella rappresentata da Leonardo, ci sono delle imperfezioni.

Saranno volute o il “modello” usato da Leonardo per impersonificarlo in questa meravigliosa opera aveva delle caratteristiche fisiche e meccaniche particolari e “affini” all’artista?

Non lo sapremo probabilmente mai; di sicuro questa opera, oltre ad essere usata oggi come simbolo per numerose discipline e scopi, nasconde un qualcosa che è di fronte a tutti ma che nessuno ha probabilmente mai notato.

La copertina del mio libro “Il Meccanismo che Sostiene Corpo e Psiche” pubblicato nel 2009 di cui ho venduto più di 10000 copie in tutto il mondo, acquistato soprattutto da medici e operatori sanitari,

evidenzia dei particolari che sono stati aggiunti dal sottoscritto per descrivere un “errore” dell’Artista (voluto o non voluto non è dato sapere) che indica appunto la figura di un uomo nudo con un particolare tipo di Disequilibrio Meccanico Abituale del corpo.

E’ il disequilibrio tipico di persone che hanno tratti psichici caratteristici che identifico in persone molto deboli psichicamente, con tendenze al suicidio.

E’ un disequilibrio non molto comune. Per questa ragione è molto difficile trovare, tra le persone, individui che abbiano le misure tipiche dell’Uomo Vitruviano?

Non so se l’avete mai notato ma ho tracciato delle linee sull’immagine che indicano proprio questa “caratteristica”.

Questo articolo non vuole essere presuntuoso e non c’è la volontà di insegnare niente a nessuno ma spero possa darvi un ulteriore spunto di osservazione sulla mole di teorie e di “misteri” che avvolgono le opere di Leonardo Da Vinci.

Un individuo con un Disequilibrio Meccanico Abituale come l’Uomo Vitruviano è sicuramente un individuo debole psichicamente.

La mia scelta, anni fa, non è stata casuale ma CAUSALE.

Esattamente. Il mio libro DIMOSTRA LA CAUSALITA’ tra l’Occlusione e la Postura o meglio, la scoperta del Disequilibrio Meccanico Abituale del Corpo Umano su questo pianeta con questa forza di gravità

MAI presa in considerazione da nessuna disciplina conosciuta. Da qui il titolo OG:

Una scoperta MECCANICA-MATEMATICA e, pertanto, SCIENTIFICA.

-clicca sul titolo per aprire la pagina:

I Libri di Maurizio Formia

2019 – Maurizio Formia

La nostra Elena, già pallanuotista del Setterosa, medaglia d’oro olimpica, in un’intervista apparsa oggi sulla Gazzetta


(Articolo pubblicato sul nostro nuovo sito web: https://www.cpt-og.com/2019/10/02/la-nostra-elena-gia-pallanuotista-del-setterosa-medaglia-doro-olimpica-in-unintervista-apparsa-oggi-sulla-gazzetta/ )


La nostra Elena (Elena Gigli) ci racconta, in un’intervista apparsa sulla Gazzetta di oggi, cosa sta facendo oggi dopo la sua brillante carriera agonistica. Leggi tutto “La nostra Elena, già pallanuotista del Setterosa, medaglia d’oro olimpica, in un’intervista apparsa oggi sulla Gazzetta”